venerdì , 20 ottobre 2017
Ultima Ora
Home / News / Comunicazioni Varie / ORDINANZA NR. 02/2017 – LOTTA OBBLIGATORIA ALLA INFESTAZIONE DELLA PROCESSIONARIA E DA EUPROTTIDE

ORDINANZA NR. 02/2017 – LOTTA OBBLIGATORIA ALLA INFESTAZIONE DELLA PROCESSIONARIA E DA EUPROTTIDE

ORDINANAZA NR. 02/2017

LOTTA OBBLIGATORIA ALLA INFESTAZIONE DELLA PROCESSIONARIA E DA EUPROTTIDE

IL SINDACO

Rilevato che con l’avvenuta stagione primaverile si ripresentano le condizioni favorevoli per la proliferazione e la diffusione di animali infestanti fra le quali: la processionaria del pino ” (Thaumetopoea pityocampa)”, la processionaria della quercia”(Thaumetopea processionea)”e l’Euprottide( Euproctis chrysorrhoea-Linnaeus)

Dato atto che ai sensi dell’art 1 del D.M 30 ottobre 2007 “Disposizioni per la lotta obbligatoria contro la Processionaria del pino “, della quercia e dell’ Euprottide è obbligatoria su tutto il territorio nazionale, poiché costituisce una minaccia per la riproduzione o la sopravvivenza di alcune specie arboree e può costituire un rischio per la salute delle persone e degli animali;

Rilevato che nelle forme larvali questi insetti possono avere effetti sanitari negativi sulle persone che risiedono o frequentano le aree interessate da tale infestazione, in quanto i peli sono fortemente urticanti e pericolosi al contatto, sia cutaneo che delle mucose degli occhi e delle vie respiratorie, soprattutto nei soggetti particolarmente sensibili;

Ritenuto pertanto necessario intervenire sulla prevenzione e difesa;

Vista la nota  ATS Montagna-  Dip di Igiene e Prevenzione Sanitaria-, prot.  0018084 del 11 Aprile 2017, con la quale si indicano i metodi da adottare per il contenimento dell’infestante, così come riportato nell’allegato tecnico;

Visto il regolamento locale d’ Igiene recante norme sulla pulizia, taglio erba e manutenzione del verde;

Visto l’art. 50  comma 5° e art 54 del D.Lgs. del 18.08.2000, n. 267;

Visto l’art 7 bis del D.Lgs. 267/2000, così come modificato dal D.L. n. 50/2003 convertito dalla Legge nr. 116/2003, in base al quale la violazione alle ordinanze adottate dal Sindaco sulla base di disposizioni di legge, ovvero di specifiche norme regolamentari, comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da un minimo di €uro 25,00 ad un massimo di €uro 500,00, secondo la procedura prevista dalla L.n. 689/1981;

ORDINA

 ü  Ai proprietari terrieri e/o conduttori pubblici e privati di terreni incolti o coltivati(anche quelli sottostanti i piloni dell’alta tensione);

ü  Ai proprietari di aree agricole, aree verdi incolte e aree industriali dismesse;

ü  Agli Amministratori di condominio;

ü  Ai conduttori di cantieri edili e per infrastrutture varie;

Di vigilare, ciascuno per le rispettive competenze, sull’ eventuale presenza di processionaria nelle aree di    rispettiva  pertinenza;

Di eseguire periodici interventi di manutenzione e pulizia, nel rispetto delle indicazioni contenute nell’ allegato tecnico di cui alla nota ATS Montagna-  Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria-, prot.  0018084 del 11 Aprile 2017;

Di effetuare le opportune verifiche ed ispezioni sugli alberi a dimora nelle rispettive proprietà, al fine di accertare la presenza di nidi della processionaria del pino, della quercia e dell’euprottide ;

Di intervenire immediatamente, in caso di riscontro della presenza di nidi  della processionaria e/o della euprottide,  con la rimozione e la distruzione degli stessi, e con l’attivazione della profilassi, rivolgendosi a ditte specializzate..

Di vietare il depositare rami con nidi di processionaria nel centro di raccolta Comunale.

 AVVERTE

Chiunque violi le presenti disposizioni sarà punibile con una sanzione amministrativa pecuniaria da €uro 25,00 a €uro 500,00 ai sensi dell art 7-bis del D.L.vo 18 agosto 2000 n° 267;

Chiunque, entro 10 gg. dall’erogazione della sanzione amministrativa pecuniaria, non ottemperi alle prescrizioni finalizzate al contenimento ed alla distruzione di questi infestanti, sarà punito con la sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da €uro 250,00 a €uro 1500,00 ai sensi dell’art. 5 del Decreto del 30 Ottobre 2007 “Disposizioni per la lotta obbligatoria contro la processionaria del pino Traumato campa(Thaumetopea e  Pityocampa)”.

Che l’Amministrazione Comunale provvederà d’ufficio ad effettuare l’intervento con spese a carico degli interessati.

Il Comando di Polizia Locale e le altre forze di Polizia presenti sul territorio, sono incaricati per quanto di rispettiva competenza, dell’esecuzione della presente ordinanza.

      DISPOPNE

 Che la presente ordinanza venga divulgata sul territorio Comunale, sul sito Internet del Comune con particolare attenzione e monitoraggio a scuole, strutture residenziali per anziani, centri di aggregazione, spazi gioco situati in spazi pubblici;

 ALLEGA

 Materiale informativo sulle precauzioni da adottare in caso di infestazione e sulle misure preventive per le aree infestate dal parassita emanato con nota ATS Montagna-  Dip di Igiene e Prevenzione Sanitaria-, prot.  0018084 del 11 Aprile 2017;

 INFORMA

 Che contro la presente Ordinanza è ammesso ricorso al TAR Lombardia entro 60 giorni o al Presidente della Repubblica entro 120 giorni.

Il Sindaco

Pietro Angelo Leggeri

ordinanza-nr-02-2017 – LOTTA OBBLIGATORIA ALLA INFESTAZIONE DELLA PROCESSIONARIA E DA EUPROTTIDE

Scroll To Top